europauno.jpg I festeggiamenti in corso in queste ore in tutta Europa per i cinquant´anni dalla sottoscrizione del Trattato di Roma possono dare alla testa. Dalla ricaduta dell´euro sulla cosiddetta ”finanza domestica” ai problemi della coesione e cooperazione tra popoli, culture e nazioni a volte diverse tra loro. Dalla questione dell´allargamento alla Turchia e ai Balcani fino allo snellimento dell´apparato burocratico: molte sono le questioni ancora aperte sul percorso evolutivo dell´Unione Europea. Ma in questo momento non possiamo non dirci soddisfatti e orgogliosi per il raggiungimento di questo primo traguardo, soprattutto pensando che nel 1957 per molti questa sfida era quasi una pazzia

Personalmente il senso di appartenenza e di soddisfazione verso il processo di unificazione europea é addirittura duplice, in quanto essendo italiano, patria del Trattato di Roma, attualmente residente in Germania, dove oggi i leader dei ventisette Paesi dell´Ue hanno sottoscritto la Dichiarazione di Berlino.

Approfondimenti tratti dall´Ansa, Frankfurter Allgemeine Zeitung, Le Figaro, El Pais.

Tags Technorati

Annunci