blu.jpgContinuano a trovare spazio tra gli scaffali dei supermercati tedeschi le lattine di prosecco. Dopo le polemiche dei mesi scorsi, scoppiate nel Trevigiano e un po´ in tutta Italia, circa la decisione – da parte di alcune cantine e case di distribuzione – di mettere in latta il prezioso nettare prodotto tra le colline di Conegliano e Valdobbiadene (Treviso), si allunga la lista delle aziende austriache e tedesche che hanno fiutato il business.

La new entry é il Prosecco Blu (nella foto la pubblicitá), nato dal precedente Blu in bottiglia ed entrambi realizzati dalla Vintalia Weinhandels GmbH & Co. KG., azienda nata nel 1990 come joint venture tra la cantina Schloss Wachenheim AG e il Gruppo Coltiva, che raccoglie quattromila produttori di uve e vino sparsi per tutta Italia.

Rispetto ai tanto discussi precedenti di prosecco in lattina (specialmente il Rich che vede come testimonial Paris Hilton) il Prosecco Blu vanta una riconoscibile bandiera tricolore all´esterno della latta e la casa produttrice offre precisi riferimenti sia all´origine del prodotto commercializzato, sia all´esatta provenienza del prosecco, ovvero la Cantina produttori di Valdobbiadene.

Rispetto alla concorrenza il Prosecco Blu puó essere apprezzato per la serietá e l´onestá commerciale dei produttori e distributori nell´offrire maggiori informazioni e garanzie ai consumatori (curiositá, al supermercato a Stoccarda la lattina da 20 centilitri é in vendita a 1,65 euro, contro 1,99 euro del glamour Rich e i 99 centesimi del Boticelli, in vendita nei discount Plus). Noi restiamo comunque tifosi sfegatati del prosecco doc, quello in bottiglia.

Tags Technorati

Annunci