logo_radwm2007.gifMa qualcuno credeva veramente che i prossimi mondiali di ciclismo su strada, in programma a fine settembre a Stoccarda, potevano rischiare la sospensione dopo il triste epilogo del Tour de France, a base di epo, eccitanti e droghe varie? Ma suvvia, the show must go on. Gli sponsor hanno giá staccato gli assegni, e si attendono la relativa contropartita di pubblicitá e visibilitá. La cittá é giá in movimento per il contorno di infrastrutture, accommodation e turismo vario. Le federazioni sportive sono giá in fibrillazione. “Ma quel che é successo in Francia, perché mai dovrebbe ripetersi in Germania?”, ribattevano quanti lottavano contro i soliti gufi. 

E cosí sia. Oggi l´assessore allo Sport di Stoccarda, Susanne Eisenmann, ha confermato ufficialmente il calendario dei prossimi campionati mondiali di ciclismo su strada (qui il sito ufficiale dell´evento, anche in inglese o francese per chi non mastica il tedesco), in programma dal 25 al 30 settembre.

Il borgomastro di Stoccarda, Wolfgang Schuster, nel presentare l´iniziativa, ha confidato in una nuova fase di rinascita e di sviluppo per il ciclismo, dopo gli scandalosi casi di doping registrati al Tour e, precedentemente, in molte altre simili manifestazioni sportive. Questo grazie anche all´attivazione di un´imponente serie di controlli antidoping. Un po´ troppo ottimista, secondo me, il primo cittadino di Stoccarda.

Tags Technorati

Annunci