L’intera redazione del quotidiano tedesco Münstersche Zeitung di Münster (Germania nord occidentale), composta da 19 persone, si è trovata da un giorno all’altro senza lavoro su decisione del proprio editore, Lambert Lensing-Wolff, che prima aveva scorporato la redazione dalla casa editrice del giornale.

Tempo fa l´editore aveva diviso il Münstersche Zeitung in due società: ad una faceva capo la redazione, all’altra la casa editrice tra loro legate da un contratto. Il 19 gennaio scorso ha licenziato i 19 redattori, semplicemente interrompendo il contratto tra la società editrice e la società a cui faceva capo la vecchia redazione. Al suo posto il contratto è stato dato ad un’altra società con redattori diversi, anch’essa al 100% di proprietà di Lensing-Wolff. Quello accaduto a Münster puó essere definito il primo caso di “vivisezione editoriale”. La notizia giunge in Italia tramite l´Ansa, qui rilanciata da Prima Comunicazione. Aggiungo inoltre i servizi di Spiegel e dell´Assostampa di Münster.

Tags Technorati

Annunci