wilbaer.jpg

(foto tratta dal sito di Stuttgarter Nachrichten

In principio fu Knut, l´orsetto superstar dello zoo di Berlino (niente a che vedere con Christiane F.), capace di calamitare in un anno di vita l´attenzione dei media mondiali e divenire una vera e propria attrazione per grandi e piccini, con tanto di libri, dvd, canzoncine e gadget vari.

Poi arrivó Flocke, l´orsetta polare nata lo scorso 11 dicembre al giardino zoologico di Norimberga.

Ora é il turno di Wilbär (video presente anche sul mio Vodpod, controlla la barra qui a sinistra). Il suo nome non deriva da selvaggio (Wild), ma piú semplicemente da Wilhelma, l´imponente giardino botanico e zoologico di Stoccarda (é tra i piú grandi d´Europa, tappa obbligata per ogni visita nel capoluogo del Baden Württemberg), dove l´orsetto é nato lo scorso 10 dicembre da “papá” Anton e “mamma” Corinna.

Di certo non riuscirá a eguagliare la fama conquistata da Knut (di orsetti coccolosi uno basta e avanza), ma qui a Stoccarda ci tentano lo stesso. Lo Zoo berlinese a maggio dello scorso anno ha registrato il marchio Knut, dando vita ad un vero e proprio business, che ora farebbe gola a tanti altri giardini zoologici in cerca di popolaritá e relative royalties.

Off Topic Piccola soddisfazione avere un post datato 29 febbraio.

Tags Technorati

Annunci