Quello che in Italia non si dice…

1 commento

Sul caso di Nicola Di Girolamo, della truffa elettorale che lo ha portato all´elezione al Senato, e del contorno di riciclaggio e corruzione, si è letto e ascoltato tanto.

Mi sembra invece che poco sia stato narrato sul suo trampolino di lancio organizzato proprio qui in Germania, tra Francoforte e Stoccarda. Qui un servizio del quotidiano tedesco die Tageszeitung (tranquilli, eccovi la sua traduzione in italiano).

Annunci

Una fredda mattina di marzo

2 commenti

APTOPIX Germany School Attack

Questa mattina a Stoccarda faceva freddo. L´aria era impregnata di umiditá, quella che ti entra nelle ossa e ti spinge a chiederti: chi me lo fa fare ad alzarmi e ad andare fuori? Ce lo siamo chiesti tutti, stamane, da queste parti. Una primavera che non inizia, una ripresa che non decolla. Vento, pioggia e temperature rigide da una parte; la crisi economica che ha messo in ginocchio la principale potenza economica europea dall´altra. C´è poca voglia ad uscire di casa, c´è ancor meno voglia ad accendere la radio o la televisione per ascoltare l´ennesimo bollettino di guerra proveniente dai mercati tedeschi, europei e mondiali.

GERMANY SHOOTING RAMPAGE

Tra una tazza di caffé e una fetta biscottata i notiziari danno la notizia del folle omicida-suicida dell´Alabama: dieci morti, un bagno di sangue, e i soliti tanti perché. La notizia rimbomba nei timpani tra la toilette e la cucina, mentre da queste parti ci si continua a chiedere: chi me lo fa fare ad uscire di casa? La stessa domanda se la saranno sicuramente posta pure gli studenti della Albertville-Realschule di Winnenden, cittadina alla periferia nord di Stoccarda. I ragazzi hanno sonno, desiderano il sole, un latte macchiato da sorseggiare assieme agli amici in un parco, un sorriso. E invece vanno a scuola, cosí come tutti noi andiamo al lavoro, a sbrigare le nostre faccende, a smadonnare per uffici oppure a fare compere.

winnenden_021

Ma a metá mattina la radio comincia a dare notizie frastagliate e poco rassicuranti. “Sará la solita americanata”, e ce la scrolliamo di dosso pensando a quanto successo in Alabama. Ma no, l´americanata è qui, a pochi chilometri da noi. Un allarme forte e chiaro gracchia dagli altoparlanti dell´autoradio: “Non date passaggi a nessuno”. Qui in Germania la radio è cosa seria, fatta di news, informazioni sul meteo e su qualsiasi cosa accade in tempo reale a pochi metri da dove ti trovi. Altro che canzonette, oroscopi e dediche in segreteria: se l´emittente lancia un avvertimento di questo tipo qualcosa di veramente grave è accaduto. E allora via ad aprire Internet, oppure a sintonizzarsi su N-Tv o N24, i principali canali all news della televisione tedesca. E via con il tam tam mediatico presto rimbalzato pure in Italia, cosí come nel resto del mondo.

È pomeriggio qui a Stoccarda, la tragica vicenda di cronaca ormai l´avete recepita e digerita. Un sole pallido e prive di forze cerca di farsi largo tra un acquazzone e l´altro, verso l´aeroporto si è notata anche una piccola spruzzata di neve. A Winnenden, poco meno di ventottomila abitanti, è grigio pesto, e la primavera non ce la fará in alcun modo a scaldare i cuori di studenti, famiglie e concittadini.

Solo una domanda: chi ce lo ha fatto fare ad uscire di casa questa mattina?

(foto tratte da spiegel.de e ansa.it)

A una manciata di chilometri da dove abito

Lascia un commento

Furia omicida a Winnenden, alle porte di Stoccarda. Un ex allievo entra in un liceo, e fa una strage. Seguiranno aggiornamenti.

Schiaffo alla crisi, apre il nuovo Porsche Museum

Lascia un commento

porsche1

In effetti la data era prevista da diversi mesi, quando di vacche magre se ne vedevano ancora poche. Ma l´inaugurazione del nuovo museo della Porsche in questo momento ha tutto il fascino del voler dare uno schiaffo bell´e buono all´imperante crisi del settore automobilistico.  Vuoi per il desiderio di rimboccarsi le maniche e cercare una via di fuga da questa tremenda fase negativa che investe i mercati globali (e che per la Germania costituisce un vero e proprio colpo al cuore, caratterizzato proprio dal settore delle quattro ruote), vuoi per la stessa allure che, da oltre sessant´anni, riveste la prestigiosa casa automobilistica di Zuffenhausen, Stoccarda, nell´immaginario collettivo.

Centro milioni di euro investiti in un´opera che si espande su 5.600 metri quadrati di superficie, e pesante 35 mila tonnellate. E ancora, circa 550 giornalisti, la metá dei quali provenienti dall´estero, accreditati per la conferenza stampa di inaugurazione dell´esposizione storica della Porsche. Un museo che giunge dopo quelli di Volkswagen, Mercedes- Benz e Bmw, ma che di certo non resterá nelle retrovie per numero di visitatori, visto appunto il fascino che da sempre questa casa automobilistica offre al suo pubblico.

L´inaugurazione é per sabato 31 gennaio, alle ore 9.00, qui il link al sito ufficiale.

Il “modello tedesco” (dell´alcol e del divertirsi)

Lascia un commento

Si è svolta lo scorso fine settimana a Treviso l´Ombralonga, rinomato tour di osterie e di pubbliche bevute per le vie del centro che tante polemiche ha suscitato nel Nordest. A fine manifestazione un giovane padovano ha perso la vita in maniera del tutto assurda, non in automobile, bensí attendendo un treno che lo riportasse a casa.

Sembra che una manifestazione del genere non si riproporrá piú, almeno non nei termini in cui si è fin qui svolta.

Sull´argomento ieri il Corriere del Veneto, dorso locale del Corriere della Sera, ha pubblicato un mio intervento, che riporto qui di seguito.

I tedeschi che ogni anno affollano l´Oktoberfest, quelli con i pancioni dilatati da galletti allo spiedo, quelli dal fantozziano “rutto libero” (ad un esponente leghista l´accostamento costó la poltrona da sottosegretario al Turismo), cos´hanno di diverso dalle orde barbariche che partecipano all´Ombralonga? Ecco cosa salva la secolare tradizione bavarese dalla giovane – e incosciente, come succede a troppi giovani – manifestazione trevigiana. Altro

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: